Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri/notavgenova/wp-settings.php on line 472

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri/notavgenova/wp-settings.php on line 487

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri/notavgenova/wp-settings.php on line 494

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri/notavgenova/wp-settings.php on line 530

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri/notavgenova/wp-includes/cache.php on line 103

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri/notavgenova/wp-includes/query.php on line 21

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri/notavgenova/wp-includes/theme.php on line 623

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri/notavgenova/wp-content/plugins/statpress-reloaded/statpress.php on line 1526

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri/notavgenova/wp-content/plugins/statpress-reloaded/statpress.php on line 1530

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri/notavgenova/wp-content/plugins/statpress-reloaded/statpress.php on line 1534

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri/notavgenova/wp-content/plugins/statpress-reloaded/statpress.php on line 1538

Deprecated: Function ereg() is deprecated in /membri/notavgenova/wp-content/plugins/statpress-reloaded/statpress.php on line 1301
2012 Giugno | No Tav Genova

Archive for Giugno, 2012

Le ragioni dei troppi no al Terzo Valico

Martedì, Giugno 19th, 2012

“Le ragioni dei troppi no al Terzo Valico” - ECCOVELE
di Antonello Brunetti

Su Repubblica sono apparsi due articoli, uno del giornalista Vittorio Coletti e l’altro di Vincenzo Munari classificato come docente di diritto dell’Unione europea. Ve ne offriamo un sunto poiché ci sono argomentazioni un po’ più serie dei soliti “il maggior cantiere italiano” o “milioni di tonnellate da Genova a Rotterdam”. Ciò nonostante il livello di questi megafoni del SI-TAV ci pare ancora assai basso. (more…)

Genova, seminario su infrastrutture mercoledi 20 giugno

Sabato, Giugno 16th, 2012

Il Coordinamento Trasporto Sostenibile e Forum Ambientalista invitano:

Mercoledì 20 giugno
dalle 17.00 alle 19.00
Salone di Rappresentanza
Palazzo Tursi
Via Garibaldi 9

a un seminario sulle infrastrutture, rivolto in prevalenza a amministratori locali e operatori nel campo dell’informazione e nei movimenti sociali, dove esperti del settore illustreranno le motivazioni trasportistiche, il consumo di territorio, l’impatto ambientale e sanitario delle grandi opere e proposte alternative.

Sabato 16 Giugno dalle ore 9 alle 12 presidio no terzo valico in Piazza Pontedecimo

Mercoledì, Giugno 13th, 2012

Sabato 16 Giugno dalle ore 9 alle 12 presidio no terzo valico in Piazza Pontedecimo

EMERGENZA SICUREZZA A PONTEDECIMO
Sai che a breve, con l’apertura delle cosiddette “opere preliminari” per il Terzo valico, il paese sarà bloccato da centinaia di camions 24 ore su 24?
Sai che il Terzo valico costerà complessivamente 6 miliardi di euro, mentre chiudono ospedali, tagliano servizi, la benzina aumenta e si perdono posti di lavoro?
Sai che i cantieri per l’opera saranno totalmente autosufficienti, dunque neppure un operaio verrà mai a fare acquisti nei nostri negozi?
Sai che neppure mezzo posto di lavoro verrà dato alle popolazioni del territorio, dato che tutte le opere sono già subappaltate a ditte esterne?
Sai che la sponda destra della Valpolcevera, da Rivarolo sino a Campomorone, è ricca di rocce amiantifere la cui perforazione ci farà respirare per anni materiale CANCEROGENO? Sai che le attuali linee ferroviarie sono sottoutilizzate?
Sai che la durata prevista dei cantieri è di circa dieci anni, cui vanno poi sommati gli anni di durata delle opere preliminari?
Sai che Via Lungotorrente Verde (sotto l’ospedale) verrà sventrata, le case saranno demolite, e verrà costruita una megastrada per far passare i TIR, a pochi metri dal’OSPEDALE ,dall’ ASILO e dalle SCUOLE?
Prima che sia troppo tardi, occorre unire le nostre forze a quelle di chi già da tempo si sta battendo contro questa opera inutile e devastante. Nonostante il silenzio dei mezzi d’informazione, in Valpolcevera, in Val Verde e nel Basso Piemonte, comitati di cittadini, associazione, Sindacato dei metalmeccanici piemontesi FIOM e singoli cittadini si stanno organizzando per difendere i territori da questo scempio, e soprattutto per difendere la DEMOCRAZIA violata da chi pensa solo alle proprie tasche.

Movimento NO Tav - Terzo Valico
http://notavgenova.altervista.org
[email protected]

Giovedì 14 Giugno presidio a Genova in concomitanza con la riunione della Giunta Doria

Mercoledì, Giugno 13th, 2012

Comunicato Stampa: Monte Gazzo al sapor d’amianto

Il Marchese e la sua corte in questi giorni stanno allietando di ambasciate il nostro territorio. Inaugurano cantieri, fanno sopralluoghi e urlano imbarazzanti slogan “Liguria il più grande cantiere infrastrutturale d’Italia”, tutto in buona compagnia della vecchia guardia che siede in Regione.
Mentre si accingono a buttare nello smarino al sapor di amianto e nelle tasche della mafia oltre 6 miliardi riescono pure a piangere lacrime di coccodrillo “mancano 6milioni per i servizi sociali”!!!
Non un dubbio sul disastro ambientale, non un ripensamento sui rischi di amianto: i morti di Casale Monferrato, 40 nel 2012, non sono di insegnamento. Vogliono il genovesato come un lager a cielo aperto dove morire ad alta velocità per mesotelioma. Non è di monito neppure il disastro ambientale che in Toscana è sotto gli occhi di tutti a causa del Tav (e per il quale gli amministratori sono finiti davanti alla Corte). Che i nostri amministratori si preoccupino dell’Iplom e di chi sversa nel Polcevera 5000 litri di petrolio! Non allargheremo le braccia in segno di pace a questa giunta che ha indossato l’abito nuovo solo per nascondere meglio il partito del cemento autostradale/ferroviario e del cancrovalorizzatore. In altre parole Il partito della nostra morte. Non resteremo certo a guardare! Siamo sempre pronti!
Appuntamento Giovedì 14 giugno alle ore 9,00 a Palazzo Tursi – Genova

Movimento No Tav – Terzo Valico

Tra le reazioni alla mozione su Moratoria per Terzo Valico quella dell’assessore regionale Paita e’ la piu’ sorprendente

Mercoledì, Giugno 13th, 2012

Ovviamente si possono avere posizioni differenti sulle due gallerie costruite a tecnologia alta velocita’ – alta capacita’ ferroviaria che collegano Fegino a Tortona (Terzo Valico), ma quella dell’assessore regionale alle infrastrutture Raffaella Paita e’ la piu’ sorprendente.
Parlare di “calcio al futuro” appare un aulico esercizio propagandistico.
Contrapporre alcune opere volute o sopportate dal territorio alla proposta di collegamento Borzoli – linee di valico (non ad alta velocita’ ferroviaria) vuol dire non capire che i primi lotti hanno un importo che supera il miliardo di euro, mentre il collegamento proposto arriva a 500 milioni.
Con piu’ di 5 milardi di euro (una manovra finanziaria) non stanziati e non stanziabili nei prossimi anni, vista anche la crisi finanziaria e i sacrifici che si chiedono ai lavoratori.
Ha senso fare i fori pilota senza che vengano fatte le gallerie?
In ultimo spacciare il collegamento (salatissimo) tra Fegino e Tortona sarebbe la chiave del cambiamento e il collegamento con l’Europa?
Per questi motivi il Terzo Valico ferroviario non riuscira’ ad essere funzionale a un trasferimento modale dalla gomma al ferro e al sistema logistico integrato dell’intero Nord-Ovest del Paese.
Per inoltrare via ferro la quantita’ massima di TEU non si puo’ attendere il completamento del Terzo Valico (sempre che si faccia vuoi per mancanza di fondi vuoi per le proteste popolari che si stanno organizzando) ma bisogna completare il nodo ferroviario con il collegamento Borzoli – linee dei Giovi.

Antonio Bruno
Consigliere Comunale Federazione della Sinistra

Mozione su Terzo Valico

Lunedì, Giugno 11th, 2012

AL SINDACO DI GENOVA

Oggetto: Mozione su Terzo Valico

Il Sottoscritto consigliere,

premesso che

• il 95% dei pendolari ferroviari si muove su percorsi brevi, utilizzando treni sporchi, malandati, spesso in ritardo o soppressi. Solo il 5% usa l’Alta Velocità. Le Ferrovie invece stanziano i soldi (che paghiamo noi con biglietti e tasse!) al contrario, il 95% per l’AV (oltre 60 miliardi di euro) e solo il 5% per i pendolari.
• Erano 5 milioni i container che erano stati previsti dal progetto del 1991 sulla Milano-Genova per il 2005. Invece sono stati appena 1,7 milioni i container arrivati in porto nel 2010 e di questi solo 49.000 attraversano l’Appennino via treno verso la Pianura Padana e Rotterdam.
• Erano 50.000 i passeggeri previsti nel 1991 che avrebbero dovuto giornalmente percorrere l’intera tratta Mi-GE e viceversa. In realtà ora coloro che prendono il biglietto per l’intera tratta sono poche migliaia.
• Già oggi le 3 linee di valico esistenti (le 2 linee dei Giovi e la Voltri – Ovada) senza quasi nessun intervento hanno una capacità di trasporto di 3,5 milioni di container.
• I costi previsti per il terzo valico sono di 6,2 miliardi di euro, 115 milioni a chilometro: un costo al km cinque volte tanto quello dell’alta velocità in Francia! (more…)

I politici e la marcia di Arquata

Martedì, Giugno 5th, 2012

I POLITICI E LA MARCIA DI ARQUATA

Certamente il dato essenziale è la partecipazione della gente, ma ho notato che alcuni puntano sul fatto che questa sarebbe una lotta senza speranza perché tutti i politici e gli amministratori sono a favore del TAV e non hanno partecipato all’evento di Sabato 26 maggio, o se lo hanno fatto non indossavano la fascia (vedi STAMPA, pag. 84 di Torino).
- Anzitutto il sindaco di Arquata Paolo Spineto, al momento del suo bell’intervento, indossava la fascia, come attestano molte foto, una delle quali pubblicata proprio dalla STAMPA  a pag. 55. Al suo fianco i due assessori Nicoletta Cucinella e Roberto Prando, oltre alla capogruppo Stefania Pezzan.
- Vi erano Gianni Malfettani e Francesco Moro consiglieri di Novi Ligure, Manuela Barisone di Gavi, Stefanella Ravazzi di Tortona, Elio Pollero di Serravalle, Giulio Armano di Boscomarengo, Davide Bono consigliere regionale del Movimento cinque stelle e il neo consigliere alessandrino Angelo Malerba. Poi alcuni pidiessini della Val Lemme
Accanto ai politici anche i rappresentanti della Fiom di Alessandria, i No gronda di Genova, i “Contrasta” della Val Polcevera. (more…)